Life Ibriwolf nella città dei bambini di festAmbiente

L'educatore ambientale parla degli ibridi ai bambini

Festambiente, il festival nazionale di Legambiente sito alle porte del Parco Regionale della Maremma, giunto alla XXV edizione, ogni anno dedica ai bambini e ai ragazzi un’area esclusiva: “la città dei Bambini”. Qui ci sono gli stand e gli spazi dove quotidianamente si svolgono i laboratori, le escursioni e i giochi di didattica ambientale e un palco dove ogni sera vengono organizzati spettacoli e intrattenimenti su tematiche ambientali e sulle tradizioni popolari. 

All'interno dell'area è stato ospitato il progetto Life Ibriwolf, per il quale è stato allestito uno spazio che ha richiamato un ambiente naturale selvaggio, simile ad un bosco. Qui sono state attuate le attività di educazione ambientale guidate da un operatore Legambiente: un educatore ambientale e guida ambientale escursionistica a disposizione dei bambini del festival che hanno scelto di approfondire la conoscenza sugli ibridi. 

Lo spazio ibriwolf è stato a disposizione anche dei grandi che con l’aiuto di un totem e di brochure hanno potuto conoscere il progetto e che cosa ognuno di noi può fare per la salvaguardia del lupo. 

GUARDA FOTO E VIDEO DELL'EVENTO NELLA PAGINA MULTIMEDIA   >>>

 

Le Attività giorno per giorno

 

Le attività svolte hanno riscontrato un buon successo e tutti i partecipanti hanno preso parte con molto entusiasmo.

Le attività proposte hanno avuto una durata di 40 minuti circa, per un target di bambini dai 6 anni in su. Gli obiettivi sono stati quelli di: diffondere il progetto, far conoscere gli ibridi lupo-cane e comprendere il ruolo fondamentale che il lupo svolge per l’ecosistema. 

Ogni giorno, tra le ore 18,00 e le ore 19,30, si è svolta l’esperienza guidata, la quale si è articolata in una fase introduttiva di spiegazione, seguita poi da una parte esplorativa del bosco appositamente predisposto con piante e tracce, infine un momento ludico per spiegare alcuni comportamenti del lupo e i pericoli che minacciano questa specie. 

Di seguito i giorni, i nomi dati alle attività e i giochi effettuati dopo la parte introduttiva e esplorativa:
 

venerdì 9 agosto: Scopriamo gli Ibridi

L'attività ludica si è svolta con un piccolo laboratorio di costruzione di orecchie da lupo. Dopo i bambini, seguiti dall'educatore ambientale, hanno svolto un gioco per far capire perché la presenza degli ibridi in natura minaccia il futuro dei lupi.

sabato 10 agosto: La vita del Lupo

In questo caso i partecipanti all'attività hanno preso parte ad un laboratorio di origami, durante il quale mentre apprendevano come fare un lupo di carta, l'educatore illustrava e/o ripeteva alcune caratteristiche legate alla vita del lupo.

domenica 11 agosto: Canis lupus o Canis lupus familiaris?

Un attività per trovare le differenze tra lupi e cani. Come si riconoscono, quali sono le tracce che lasciano, dove vivono, ecc.

lunedì 12 agosto: Predatori e prede

Attraverso un puzzle i bambini hanno ricomposto la catena alimentare, spiegata poi dall'educatore ambientale.

martedì 13 agosto: Giochi di branco

Con uno dei giochi più semplici, di origine contadina, il “tiro alla fune” si è cercato di far scoprire la forza di un branco.

mercoledì 14 agosto: La strada nel bosco

Quanta vita c'è in un bosco? cosa significa la parola biodiversità? Con l'aiuto dei disegni fatti dai bambini, partecipanti all'attività, è stato ricomposto è stato “ricostruito” graficamente l'ecosistema di un bosco.

giovedì 15 agosto: Tracce di…

Dopo aver scoperto le tracce che può lasciare un lupo, i ragazzi sono stati impegnati nella costruzione di medaglioni con disegnato al centro le orme del lupo.

venerdì 16 agosto: Wolf and sheep

Tramite un gioco di conoscenza, il gioco del gomitolo, i protagonisti dell'attività, sono partiti dalla parola “lupo” e passandosi il gomitolo hanno trovato una serie di parole collegate alla prima, formando così una ragnatela di legami. Ragnatela che poi sono stati invitare a sciogliere.

sabato 17 agosto: Tutti in caccia

Scopriamo le prede del lupo con un gioco tradizionale, l'acchiapparello. Ogni partecipante del gioco è stato munito di un cartello doppio (lupo/cervo, lupo/cinghiale, ecc) da utilizzare per il gioco.

domenica 18 agosto: Sul sentiero del lupo

I partecipanti sono stati divisi in due squadre: i lupi e i cani. L'educatore li ha poi scompigliati in 2 cerchi eterogenei (lupi con cani), a seguire è stato dato l'ordine di ricomporre le squadre attraverso un gioco dinamico.

 

 
logo della Provincia di Grosseto  |  logo della Comunità Montana Amiata Grossetano  |  logo del Parco Regionale della Maremma  |  logo dell'Università La Sapienza di Roma  |  logo di WWF Italia
 
mappa  |  statistiche  |  crediti
 
Valid XHTML + RDFa  |  CSS versione 2.1 Valido!