Il lupo

Il lupo (Canis lupus) è specie protetta dalla Direttiva Habitat in quasi tutta Europa e integralmente protetta dalla legislazione italiana. Inoltre, in 14 Regioni italiane sono vigenti leggi di indennizzo dei danni causati dal lupo. Nonostante questo apparato normativo, la coesistenza tra lupo e attività zootecniche non si è ancora assestata su livelli accettabili e molto spesso il lupo resta vittima di azioni di bracconaggio messe in atto da allevatori esasperati.
La coesistenza tra lupo e attività antropiche ha sempre comportato una certa dose di conflitto, i cui connotati cambiano a seconda delle tipologie di attività (tempi, modi e importanza economica della zootecnia), dei contesti ecologici (aree collinari e montane, boscate e non) e dell’atteggiamento culturale verso il lupo (tradizioni della pastorizia, consuetudine storica con il lupo). Nei comuni montani fino agli anni '70 esistevano degli Statuti che autorizzavano e premiavano l'uccisione di esemplari di lupo. Esistevano delle figure indicate come " i lupari" che avevano il compito di risolvere i problemi causati dalla presenza del selvatico. Successivamente, se pur protetto a livello nazionale ed internazionale, le uccisioni sono continuate in modo illecito (cacciate, bocconi avvelenati, lacci ect.) o causa il conflitto costante con la pastorizia locale.

 
logo della Provincia di Grosseto  |  logo della Comunità Montana Amiata Grossetano  |  logo del Parco Regionale della Maremma  |  logo dell'Università La Sapienza di Roma  |  logo di WWF Italia
 
mappa  |  statistiche  |  crediti
 
Valid XHTML + RDFa  |  CSS versione 2.1 Valido!